Eleonora Feroldi – estratti intervista

00:01:47:20 – Una volta gli orari occupavano l’intera giornata però lavoravi una maniera più rilassata, con più attenzione alla vendita, al cliente, i ruoli ruoli erano definiti. E massimo alle 20 eri libera. Lunedi mattina o il giovedi si chiudeva mezza giornata.

00:05:19:07 – L’ultima botta è stata quella delle liberalizzazioni – Salvaitalia liberalizzatutto. A questo punto diventa difficile per la comessa trovare del tempo libero per la famiglia e la casa. Con la crisi tutto si è ribaltato: per ridurre i costi le aziende hanno preteso che si cambiasse la struttura del lavoro: orari spezzati che influiscono più di prima perché gli orari complessivi sono molto più lunghi. Fai tre ore la mattina e poi quattro ore alla sera ma di fatto sei via da casa il doppio delle ore rispetto a prima.

00:09:18:24 – Le tappe: prima si lavorava solo le domeniche di natale. e basta. Poi Bersani nel ’98 ha liberalizzato oltre a quelle, altre 8 domeniche all’anno da concordare a livello locale. Poi nel 2007 altro decreto dove la Regione decideva in base alle zone turistiche quali domeniche erano di apertura, ma comunque erano numerate, limitate. Poi nel 2011 si è arrivati al Salvaitalia dove non ci sono più regole: si è aperti 52 settimane all’anno dal lunedì alla domenica.

00:14:44:23 – Si vuole camuffare un azione di liberalizzazione per lo sviluppo e crescita, rilancio consumi e occupazione, con altro. Non sono stati obbiettivi raggiunti. Quello che ci sta dietro è una modificazione dell’idea stessa di lavoro e riposo. Di giorni feriali e festivi.

00:16:40:15 – Questo decreto ha favorito la grande distribuzione: i piccoli negozi fanno fatica a tenere questa struttura di orari. E’ evidentemente un favore fatto ai grandi perchè sono gli unici a porterla sostenere.

00:17:47:12 – La conseguenza è che i lavoratori del commercio hanno un orario talmente lungo che difficilmente riescono a fare altro. Se devi fare un orario spezzato difficilmente riesci a fare altri lavori. Tanti fanno scelta del partime. Con la legge sulla flessibilità, una volta firmato il contratto le aziende possono cambiare gli orari fino a 2 gg prima. E così non riesci ad organizzarti la vita come chi lavora in ufficio o altrove. Per una donna lavorare nel settore commercio e decidere di fare una familiga è complicatissimo: assistiamo a molti licenziamenti entro l’anno del bambino. Brescia ha il palmares nazionale. I licenziamenti delle neo mamme prima dell’anno del bambino per evitare la disoccupazione sono aumentate in maniera sproporzionata.

00:20:15:04 – Non riesci a gestire: non hai asili che tengono aperti fino alle 20 di sera e se non hai i nonni, come fai? Il welfare in Italia è la famiglia: se viene a mancare la struttura famigliare viene a mancare il welfare. Le strutture sociali sono sempre meno.